Polizia
Polizia
Cronaca

Rubava preziosi ai pazienti del pronto soccorso, ai domiciliari minervinese

L'uomo prestava servizio nell'ospedale di Andria

E' un 47enne di Minervino Murge, con mansioni di ausiliario presso il Pronto Soccorso dell'Ospedale di Andria, l'uomo arrestato dai poliziotti del commissariato di Polizia di Andria. in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Trani su richiesta della Procura della Repubblica di Trani.

L'attività investigativa è stata avviata a seguito della segnalazione di furti perpetrati in danno di pazienti giunti o ricoverati presso l'ospedale; il primo episodio, avvenuto il 25 luglio scorso, riguarda un paziente giunto al Pronto Soccorso in stato di incoscienza, che al suo risveglio si è accorto che, durante le cure, qualcuno si era impossessato di due anelli da lui calzati: uno in oro con brillantino e la fede nuziale, con l'incisione della data del matrimonio e del nome della moglie.

A seguito di controlli effettuati presso i "Compro Oro" della città, è stato accertato che, nel corso del tempo, il 47enne più volte aveva venduto anelli in oro; una operazione era stata effettuata proprio il 25 luglio 2019 ed aveva riguardato la vendita di due anelli. L'acquisizione della scheda fotografica, sottoposta alla visione della vittima del furto, ha consentito di accertare che si trattava proprio dei due anelli sottratti al paziente giunto al Pronto Soccorso.

L'attività d'indagine ha consentito, inoltre, di risalire ad altri due episodi contestati al 47enne; il furto di un anello in oro con brillantino, sottratto ad un 84enne giunto al Pronto Soccorso in stato di incoscienza il 15 ottobre scorso, ed il furto della fede nunziale di un 58enne, giunto in ospedale privo di sensi il 21 ottobre 2019. Proprio in quest'ultimo caso, l'attività d'indagine condotta dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Andria, permise di bloccare il ladro mentre stava cedendo la fede nunziale, appena rubata, al negozio di "Compro oro".
I 2 anelli rubati dal 47enne nel mese di ottobre sono stati sequestrati e successivamente restituiti ai legittimi proprietari.
  • polizia
Altri contenuti a tema
Biciclette elettriche non regolamentari: sono un pericolo per la circolazione stradale Biciclette elettriche non regolamentari: sono un pericolo per la circolazione stradale Multe salate e sequestro finalizzato alla confisca del mezzo i rischi che si corrono
Maxi sequestro di beni, sigilli ad immobili per un milione e mezzo di euro. VIDEO Maxi sequestro di beni, sigilli ad immobili per un milione e mezzo di euro. VIDEO Sequestrati anche conti correnti bancari e postali
Livelli di sicurezza sempre più a rischio con i tagli alle Forze dell'ordine Livelli di sicurezza sempre più a rischio con i tagli alle Forze dell'ordine Il sindacato della Polizia di Stato Libertà e Sicurezza, denuncia un pericolo silente
Individuato hacker dalla Polizia Postale Individuato hacker dalla Polizia Postale I consigli per non cadere nelle trappole on line
Assalti ai bancomat, si costituisce un latitante di Minervino Murge Assalti ai bancomat, si costituisce un latitante di Minervino Murge L'uomo si è costituito presso la casa circondariale di Trani
Truffa ad un'anziana di Minervino Murge, tre arresti Truffa ad un'anziana di Minervino Murge, tre arresti La Polizia ha individuato tre napoletani in trasferta
Una vita da social, Polizia e Ministero insieme contro il Cyberbullismo Una vita da social, Polizia e Ministero insieme contro il Cyberbullismo Incontri in tutta la Puglia martedì 9 febbraio per il Safer Internet Day
Scomparsa Vassalli, al lavoro i cani molecolari della Polizia Scomparsa Vassalli, al lavoro i cani molecolari della Polizia La Procura indaga sull'omicidio escluso l'allontanamento volontario
© 2001-2020 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.