Parco Nazionale dell'Alta Murgia. <span>Foto Giuseppe Carlucci</span>
Parco Nazionale dell'Alta Murgia. Foto Giuseppe Carlucci
Territorio

Carta Europea del Turismo Sostenibile, la fase 2 presentata a Minervino Murge

Appuntamento a Masseria Barbera il 23 novembre

Al via ufficiale nel Parco dell'Alta Murgia la fase 2 della Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS) per certificare le aziende nell'area protetta con il marchio legato alla sostenibilità in ambito turistico. Il percorso per ottenere la certificazione verrà illustrato in un ciclo di incontri di presentazione in programma il 23, 29 e 30 novembre nelle masserie del Parco, rivolti rispettivamente alle aziende dell'ospitalità e dell'accoglienza turistica, alle imprese che erogano servizi di fruizione, conoscenza e visita del Parco e agli operatori di agriturismi, masserie e boschi didattici che erogano servizi turistici di promozione del territorio.

«Con l'avvio della fase 2 – dichiara Francesco Tarantini, presidente PNAM – il Parco dell'Alta Murgia entra nel vivo della Carta Europea del Turismo Sostenibile per un nuovo modello di marketing territoriale, più incline alla sostenibilità ambientale e allo sviluppo delle comunità locali. Nei prossimi mesi le aziende avranno a disposizione un gruppo di tecnici per guidarle nel percorso di certificazione, dotandosi di strumenti più efficaci per migliorare l'offerta turistica. L'obiettivo è sviluppare prodotti turistici nel rispetto dell'ambiente, incrementando il flusso di visitatori e distinguendosi nel panorama europeo come Parco che guarda alla sostenibilità».

Terminata la fase 1 della CETS, in cui Europarc Federation ha certificato il Parco dell'Alta Murgia, si avvia la fase 2 che vedrà gli operatori turistici protagonisti del territorio in cui vivono e fanno impresa, in uno scenario strategico che mira a valorizzare un territorio unico e sorprendente.

La Carta Europea del Turismo Sostenibile rafforza la credibilità di un'azienda operante in un'area protetta. Certificare la propria attività con il marchio CETS offre numerosi vantaggi tra cui l'immissione della spesa dei visitatori nell'economia locale, il miglioramento dell'offerta turistica basata sulla valorizzazione del territorio, l'incremento delle prenotazioni, la riduzione dei costi operativi attraverso un uso sostenibile delle risorse, il riconoscimento dell'azienda a livello europeo e lo sviluppo di nuove opportunità commerciali. Le aziende saranno affiancate da un team di esperti messo a disposizione dall'ente Parco per supportarle nel processo con attività di formazione e confronto, preparando la strada per ottenere la certificazione.

La presentazione della fase 2 della CETS si svolgerà da domani, 23 novembre, presso Masseria Barbera a Minervino Murge, il 29 presso Masseria Cimadomo a San Magno (Corato) e il 30 presso l'Agriturismo Murà ad Altamura, alle ore 17:00. Le aziende devono prenotare la propria presenza all'indirizzo email cets2@parcoaltamurgia.it. L'ingresso è libero previa esibizione del Green Pass.
  • parco nazionale alta murgia
Altri contenuti a tema
Parco dell'Alta Murgia, una convenzione per il miglioramento e l'efficientamento delle sedi Parco dell'Alta Murgia, una convenzione per il miglioramento e l'efficientamento delle sedi L'obiettivo è una migliore tutela e fruibilità
Rifiuti radioattivi, il Parco dell’Alta Murgia ribadisce il no al deposito Rifiuti radioattivi, il Parco dell’Alta Murgia ribadisce il no al deposito Il Presidente Tarantini in sintonia con il presidente Emiliano e l’assessora all’Ambiente Anna Grazia Maraschio
Parco Alta Murgia, un bando per efficientamento energetico e gestione sostenibile dei rifiuti Parco Alta Murgia, un bando per efficientamento energetico e gestione sostenibile dei rifiuti Approvati sei progetti di riqualificazione con investimenti di oltre 3 milioni
Tutela della biodiversità, il Parco dell’Alta Murgia tra i più virtuosi d’Italia Tutela della biodiversità, il Parco dell’Alta Murgia tra i più virtuosi d’Italia Riconoscimento del Ministero della Transizione Ecologica per le strategie di salvaguardia degli impollinatori e un’app per censirle
Il Parco avvia la procedura per acquistare il Castello del Garagnone Il Parco avvia la procedura per acquistare il Castello del Garagnone Si punta alla valorizzazione del sito
Rifiuti radioattivi, dal Parco dell'Alta Murgia ulteriori osservazioni per il "no" al deposito Rifiuti radioattivi, dal Parco dell'Alta Murgia ulteriori osservazioni per il "no" al deposito La candidatura ufficiale a Geoparco UNESCO e l’approvazione della perimetrazione delle Aree Contigue un forte freno allo smaltimento nucleare
Paesaggi umani, il calendario del Parco celebra l’uomo e il suo legame alla terra Paesaggi umani, il calendario del Parco celebra l’uomo e il suo legame alla terra Nel 2022 turismo sostenibile, conservazione della biodiversità e promozione del patrimonio geologico per entrare nella rete dei Geoparchi UNESCO
Il Parco dell'Alta Murgia ufficialmente candidato a Geoparco Mondiale Unesco Il Parco dell'Alta Murgia ufficialmente candidato a Geoparco Mondiale Unesco Candidatura sostenuta da Giunta regionale e dai 13 Comuni con la firma della "Carta dell’Alta Murgia"
© 2001-2022 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.