Eucarestia
Eucarestia
Religioni

Acquasantiere vuote e niente segno di pace: le precauzioni contro il virus arrivano in Chiesa

La circolare del Vescovo Mansi

Niente segno di pace e debita distanza tra fedeli. Il timore di contagi da coronavirus è entrato anche in chiesa, portando il vescovo Mons. Luigi Mansi a diffondere delle disposizioni, anche in deroga alla liturgia, per prevenire eventuali problemi di natura sanitaria.

Da domani, pertanto, le acquasantiere saranno svuotate e non sarà possibile scambiarsi il segno di pace con il contatto tra le mani. «Lo scambio di pace può consistere anche in un cordiale cenno del capo, senza il contatto delle mani durante le funzioni liturgiche» scrive il vescovo in una nota diffusa ai sacerdoti e ai religiosi.

Una decisione assunta «in seguito alla situazione di preoccupazione che si è determinata anche nelle nostre regioni» e «facendo seguito all'Ordinanza del Presidente della Regione Puglia del 26 Febbraio u.s., circa le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019».

Anche la distribuzione della comunione avverrà rispettando scrupolosamente le norme igieniche: «Anche se tanti fanno fatica ad accettarlo, si dispone che la Comunione Eucaristica sia distribuita, il più possibile, sulla mano (tra l'altro, secondo le norme liturgiche vigenti); quanti fanno fatica ad accettare questa misura siano cordialmente aiutati a comprenderne il senso e ad adeguarsi; l'elemento di oggettivo pericolo è proprio la mano del sacerdote che si avvicina e spesso viene in contatto con la bocca, talvolta con la stessa lingua».

La raccomandazione riguarda anche le confessioni: «se necessario, si prendano precauzioni durante le confessioni auricolari e in contesti di contatti personali» si legge nella circolare.

«I sacerdoti spieghino ai fedeli che si tratta di doverose misure precauzionali, da attuare per il bene di tutti. Al contempo, facendo nostra l'esortazione della Conferenza Episcopale Italiana, «Ci impegniamo a fare la nostra parte per ridurre smarrimenti e paure, che spingerebbero a una sterile chiusura: questo è il tempo in cui ritrovare motivi di realismo, di fiducia e di speranza, che consentano di affrontare insieme questa difficile situazione» chiarisce il Vescovo.

E conclude: «Come diocesi, siamo vicini con la preghiera alle persone colpite dalla malattia, ai loro familiari e amici e a coloro che li stanno assistendo e curando in ogni parte del territorio nazionale, soprattutto delle zone più colpite. Ringraziamo ed ammiriamo la disponibilità e il coraggio di medici, operatori sanitari, volontari, istituzioni locali, regionali e statali, operatori della comunicazione. Questo tempo di difficoltà e di rinuncia ci aiuti a riscoprire in particolare la preghiera, il silenzio e la carità verso più deboli».
  • chiesa
Altri contenuti a tema
1 In diretta sul network Viva la Festa dei Santi Medici di Bitonto In diretta sul network Viva la Festa dei Santi Medici di Bitonto Due collegamenti per vivere dal vivo i momenti più suggestivi della processione
Nuovi incarichi in diocesi, don Michele Pace diventa parroco a Canosa Nuovi incarichi in diocesi, don Michele Pace diventa parroco a Canosa Le nuove destinazioni diffuse nella giornata di ieri
E' salito al cielo Mons. Michele Lenoci E' salito al cielo Mons. Michele Lenoci La diocesi piange il suo grande biblista
Continuano i lavori di restauro della facciata della Cattedrale Continuano i lavori di restauro della facciata della Cattedrale In questi giorni si sta provvedendo alla rimozione dell'impalcatura
Minervino si prepara alle funzioni del Mercoledì delle Ceneri Minervino si prepara alle funzioni del Mercoledì delle Ceneri In tutte le parrocchie si svolgeranno le celebrazioni religiose
© 2001-2020 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.