Le conseguenze del nubifragio e della tromba d'aria che si sono abbattuti su Margherita di Savoia
Le conseguenze del nubifragio e della tromba d'aria che si sono abbattuti su Margherita di Savoia
Territorio

Sos alluvioni, Coldiretti lancia un nuovo allarme per le campagne

«Il nuovo Parlamento approvi la legge sul consumo del suolo»

«Nello spazio di una generazione (25 anni) è scomparso più di un terreno agricolo su 4 (-28%) a causa dell'abbandono e della cementificazione che hanno ridotto la capacità di assorbimento della pioggia e messo a rischio l'ambiente e la sicurezza dei cittadini». È quanto rimarcato da Coldiretti Puglia a seguito dell'ultima ondata di maltempo che si è abbattuta sulla Bat (e in particolare Margherita di Savoia), il barese - con serre distrutte e campi di uva tavola allagati - e la Capitanata con alluvioni e grandinate che hanno colpito Ascoli Satriano, Deliceto e Cerignola.

«È evidente in Puglia la tendenza ad una tropicalizzazione del clima con le ultime ondate di nubifragi e grandinate che si sono abbattuti su terreni secchi i quali non riescono ad assorbire l'acqua che causa frane e smottamenti. Il rischio idrogeologico, con differente pericolosità idraulica e geomorfologica, riguarda il 100% dei comuni della Bat, il 95% dei territori di Brindisi e Foggia, il 90% dei comuni dell'Area Metropolitana di Bari e l'81% dei comuni leccesi. Sono 8098 i cittadini pugliesi esposti a frane e 119034 quelli esposti ad alluvioni» secondo le elaborazioni di Coldiretti Puglia sulla scorta dei dati Ispra.

«Eventi estremi che provocano danni perché colpiscono aree rese più fragili dalla cementificazione e dall'abbandono. Risultano "mangiati" 158695 ettari in Puglia, dove nel 2021 sono andati persi altri 500 ettari di campagne per colpa della cementificazione e dell'abbandono che ha ridotto la superficie agricola utilizzabile. Su un territorio meno ricco e più fragile per il consumo di suolo, inoltre, si abbattono i cambiamenti climatici con le precipitazioni sempre più intense e frequenti, con vere e proprie bombe d'acqua che il terreno non riesce ad assorbire e al siccità che ogni anno aggrava il rischio desertificazione» hanno aggiunto dall'organizzazione dei produttori agricoli.

«Sono 230 i comuni pugliesi a rischio frane e alluvioni e a pagarne i costi, oltre ai cittadini residenti soprattutto nelle aree rurali, sono proprio le 11692 imprese che operano su quei territori. Il consumo del suolo è avvenuto per il 67.5% in contesti prevalentemente agricoli o naturali, depauperando pezzi di territorio e deturpando il paesaggio, oltre ad impoverire il tessuto imprenditoriale agricolo pugliese.

Nell'immediato è necessario intervenire con aiuti concreti per aiutare le popolazioni colpite che si trovano in grande difficoltà anche nelle campagne. Occorre anche accelerare sull'approvazione della legge sul consumo di suolo che giace da anni in Parlamento e che potrebbe dotare l'Italia di uno strumento all'avanguardia per la protezione del suo territorio» hanno concluso da Coldiretti.
  • coldiretti puglia
  • coldiretti
Altri contenuti a tema
Crisi, Coldiretti chiede carburante agricolo agevolato con procedure semplificate Crisi, Coldiretti chiede carburante agricolo agevolato con procedure semplificate «Occorre concedere un anticipo del 50% della quantità ricevuta nel 2022»
Influenza, superato il picco in Puglia Influenza, superato il picco in Puglia I consigli di Coldiretti per combattere i malanni stagionali anche a tavola
Temperature anomale, triplicato il numero dei cormorani Temperature anomale, triplicato il numero dei cormorani L'analisi di Coldiretti sugli effetti della presenza massiccia degli uccelli che mettono a repentaglio la conservazione della fauna ittica
Sos nelle stalle, prezzo del foraggio schizzato: 27 euro a quintale Sos nelle stalle, prezzo del foraggio schizzato: 27 euro a quintale La siccità ha fatto crollare la produzione del mangime per gli animali di oltre il 40%
Coldiretti plaude al riconoscimento dello stato di calamità naturale in Puglia Coldiretti plaude al riconoscimento dello stato di calamità naturale in Puglia Nonostante sia la regione meno piovosa d'Italia si registra una dispersione di addirittura l'89% dell'acqua piovana
Ponte dell'Epifania, i pugliesi scelgono anche l'agriturismo Ponte dell'Epifania, i pugliesi scelgono anche l'agriturismo Oltre 5.000 ospiti nelle strutture rimaste aperte
Nei campi bisogna vendere 7 kg di carciofi per comprare un caffè Nei campi bisogna vendere 7 kg di carciofi per comprare un caffè I dati di Coldiretti: vola anche il prezzo dell'insalata
Gli avanzi delle feste tornano in tavola Gli avanzi delle feste tornano in tavola Analisi Coldiretti sugli sprechi: nel 42% dei casi buttato cibo già cotto, nel 27% frutta e verdura e nel 4% il pane
© 2001-2023 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.