diga loconea locone. <span>Foto Savio Scarpa</span>
diga loconea locone. Foto Savio Scarpa
Territorio

Rischio idrogeologico, Amati: «Situazione preoccupante, urge manutenzione»

Le criticità sollevate dal presidente della commissione regionale bilancio e programmazione

«Le dighe pugliesi e lucane sono tutte ammalorate e la mancanza di interventi di manutenzione impedisce l'invaso dei volumi d'acqua. Su un complessivo volume massimo di 811 milioni di metri cubi, ne risultano autorizzati solo 495 milioni. E tutto ciò per l'assenza di manutenzione straordinaria, nonostante vi siano a disposizione 12,5 milioni di euro». Lo comunica il presidente della commissione regionale bilancio e programmazione, Fabiano Amati.

«La mancata realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria delle dighe - spiega Amati - ci porta a rischiare la sete anche nelle stagioni con grandi piogge. Il nostro sistema di accumulo non è infatti in grado di svolgere appieno alle sue funzioni, perché per motivi di sicurezza gli invasi non sono autorizzati a contenere il massimo possibile, a causa della mancata realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria. Detti lavori, peraltro, sono tutti finanziati con delibera Cipe n. 25 del 2016».

Nel dettaglio. Diga di Conza: massimo invaso 61,81 milioni di metri cubi d'acqua; volume autorizzato 45,50 milioni; finanziamento per manutenzione 2 milioni di euro.

Diga Saetta: massimo invaso 3,48 milioni di metri cubi d'acqua; volume autorizzato 2,53 milioni; finanziamento per manutenzione 2,5 milioni di euro.

Diga del Locone: massimo invaso 118,47 milioni di metri cubi d'acqua; volume autorizzato 57,00 milioni; finanziamento per manutenzione 1,5 milioni di euro.

Diga del Pertusillo: massimo invaso 155,00 milioni di metri cubi d'acqua; volume autorizzato 104,72 milioni; finanziamento per manutenzione 1,5 milioni di euro.

Diga di Monte Cotugno: massimo invaso 480,70 milioni di metri cubi d'acqua; volume autorizzato 285,70 milioni; finanziamento per manutenzione 5 milioni di euro.

«La situazione è quindi molto preoccupante - dichiara - e risulta stupefacente sentire continuamente riferimenti al Recovery Fund come toccasana di ogni problema e di ogni aspettativa, anche se basterebbe usare le risorse già a disposizione. Nelle prossime settimane proseguirò l'approfondimento, chiamando - conclude - in audizione il Servizio regionale competente e i gestori delle singole dighe».
  • Diga del Locone
Altri contenuti a tema
Acqua, sversati 176milioni di metri cubi dagli invasi pugliesi Acqua, sversati 176milioni di metri cubi dagli invasi pugliesi Ricognizione della portata delle dighe, richiesta dal presidente della commissione bilancio Fabiano Amati
Ancora un incendio a Minervino Murge, fiamme in zona Locone Ancora un incendio a Minervino Murge, fiamme in zona Locone L'incendio nel pomeriggio di ieri è stato domato dopo alcune ore
Potabilizzatore di Locone: partiti i lavori per la raccolta delle acque meteoriche Potabilizzatore di Locone: partiti i lavori per la raccolta delle acque meteoriche Il nuovo sistema di gestione delle acque piovane risponderà agli standard di qualità ambientale
Diga del Locone, Marmo: «Il governo regionale salvaguardi la risorsa idrica pugliese» Diga del Locone, Marmo: «Il governo regionale salvaguardi la risorsa idrica pugliese» Necessaria subito la messa in sicurezza, il richiamo del consigliere di Forza Italia
© 2001-2021 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.