Mucche
Mucche
Associazioni

Puglia della zootecnia in 11 città, workshop in diretta a Minervino Murge

Un progetto di CIA Agricoltori Italiani della Puglia

Elezioni Regionali 2020
Grandi potenzialità, un indice qualitativo molto elevato e con un buon grado di specializzazione, ma ridotte dimensioni aziendali e scarsa propensione ad aggregarsi: è questo, in estrema sintesi, il panorama del settore zootecnico in Puglia. In 11 città e in tutte le province pugliesi, dal 24 settembre al 28 novembre 2019 si svolgerà "SI Zootecnia", progetto di CIA Agricoltori Italiani della Puglia che gode della collaborazione della Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Foggia ed è sostenuto dal Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambiente della Regione Puglia nell'ambito del PSR 2014-2020, Misura 1 "Trasferimento di conoscenze e azioni di formazione", Sottomisura 1.2 "Sostegno ad attività dimostrative e azioni di informazione". "SI Zootecnia" è l'acronimo che indica Sostenibilità e Innovazione come cardini dello sviluppo di tutto il settore zootecnico pugliese. L'iniziativa prenderà il via martedì 24 settembre 2019, con inizio alle ore 9, nell'Aula Consiliare del Comune di Putignano, in via Roma 8.

IL SETTORE LATTIERO CASEARIO. Il comparto lattiero-caseario pugliese conta oltre 2mila aziende con vacche e bufale, circa 3mila con ovini e caprini da latte. In questo particolare settore, la maggioranza delle imprese si concentra nelle province di Bari e Taranto. Nel Foggiano e nel Barese si concentra la maggiore presenza di allevamenti ovicaprini. Il numero di capi allevati si attesta attorno ai 70mila per bovini e bufalini, mentre registra oltre 300mila ovicaprini. In Puglia, c'è un aumento delle dimensioni medie d'impresa, ma è ancora insufficiente se paragonato alla media nazionale. Per quanto riguarda le bufale, è la provincia di Foggia a detenere il primato pugliese. Sono circa 200 le unità di trasformazione e raccolta del latte in tutta la Puglia. Particolarmente rilevante su base regionale, nel complesso, è la diffusione di caseifici privati, mentre molto lavoro c'è da fare per accrescere il numero delle cooperative dedicate alla raccolta e alla lavorazione del latte. A differenza del comparto olivicolo, quello lattiero-caseario vede una scarsa presenza di OP.

IL COMPARTO "CARNE". Il settore zootecnico regionale, considerato nel suo complesso, si compone di poco più di 9.000 allevamenti. Dal punto di vista della rilevanza dei capi allevati, il contributo della regione alla zootecnia nazionale è marginale per tutte le tipologie di allevamento: il peso risulta più significativo nell'allevamento ovicaprino e per gli equini, per i quali l'incidenza sul comparto nazionale è superiore al 4%. Le province a maggior vocazione sono Foggia, Bari e Taranto, dove si concentra oltre il 90% dei capi bovini e bufalini e in cui si registrano anche le dimensioni di impresa maggiori in termini di capi/azienda.

INCONTRI E WORKSHOP. L'incontro di presentazione sarà incentrato su un tema importante: "Quadro normativo e modalità del fare aggregazione, incentivi previsti dai fondi comunitari, migliori esperienze, la filiera". Interverranno il sindaco di Putignano Luciana Laera; Danilo Lolatte, direttore regionale di CIA Puglia; Manlio Livio Cassandro, agronomo e amministratore dello Studio Cassandro che coordinerà i lavori. Relatori dell'incontro saranno i docenti universitari Milena Senigaglia, Marzia Albenzio e Mariangela Caroprese. Convegno trasmesso in diretta streaming a Lucera (sede CIA di via Washington 69), Minervino Murge (Cooperativa San Michele, strada provinciale 230), Martina Franca (sede CIA di via Toniolo 4/11), Ostuni (sede CIA, via Ravenna 34), Giuggianello (Sede Cia, Via Del Mare 11). Il secondo incontro sul progetto si terrà il 10 ottobre a Foggia, Dipartimento di Scienze Agrarie dell'Università, evento collegato in streaming con Santeramo in Colle, Minervino Murge, Castellaneta, Ostuni e Giuggianello. Il 7, il 14, il 21 e il 28 novembre si terranno i workshop a Monte Sant'Angelo, Alberobello, Ostuni e Martina Franca.
  • agricoltura
Altri contenuti a tema
Tempi ridotti per contributi per aziende agricole colpite da calamità Tempi ridotti per contributi per aziende agricole colpite da calamità Il provvedimento della Giunta. Nardone: «semplificazione e efficientamento dell'azione amministrativa»
Dall’Ente Bilaterale agricolo di Bari e BAT 30mila mascherine ai lavoratori agricoli Dall’Ente Bilaterale agricolo di Bari e BAT 30mila mascherine ai lavoratori agricoli Il Presidente Buongiorno a Emiliano: “Subito un incontro per la gestione del trasporto dei braccianti”
Pensioni agricole pugliesi, nella Bat media mensile di 615 euro Pensioni agricole pugliesi, nella Bat media mensile di 615 euro Sono più di 2mila i percettori nella provincia. Tutti i numeri in un webinar
Coldiretti incontra Emiliano: «Recuperare inefficienze e rastrellare risorse» Coldiretti incontra Emiliano: «Recuperare inefficienze e rastrellare risorse» Coldiretti: «Filiere in crisi e eccesso di burocrazia». Al via un piano di rigenerazione agricola
Banca della terra di Puglia, al via l'elenco dei terreni agricoli disponibili Banca della terra di Puglia, al via l'elenco dei terreni agricoli disponibili Saranno affidati in concessione o locazione per l'attività agricola
Anp Cia Puglia: «Auspichiamo bonus forfettario per gli agricoltori» Anp Cia Puglia: «Auspichiamo bonus forfettario per gli agricoltori» La proposta CIA al Governo a supporto dei lavoratori del settore agricolo
Lavoro agricolo nella Bat, un terzo degli addetti senza tutele Lavoro agricolo nella Bat, un terzo degli addetti senza tutele Riglietti: "Non avranno neanche diritto alle prestazioni previdenziali"
Agricoltura nella Bat, Flai Cgil: «Nessuna mancanza di manodopera» Agricoltura nella Bat, Flai Cgil: «Nessuna mancanza di manodopera» Il segretario generale della categoria Gaetano Riglietti focalizza l’attenzione su trasporto e DPI
© 2001-2020 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.