Santa Messa
Santa Messa
Religioni

Nuovo Dpcm, CEI: «Invariate le disposizioni per le celebrazioni religiose»

I Vescovi italiani disponibili a interlocuzione costante con Governo e Comitato tecnico-scientifico

L'ultimo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, datato il 13 ottobre 2020, riguardo alle norme per il contrasto e il contenimento alla diffusione dell'emergenza Covid-19 "lascia invariato quanto previsto nel protocollo del 7 maggio scorso, circa la ripresa delle celebrazioni con il popolo. Esso rimane altresì integrato con le successive indicazioni del Comitato tecnico-scientifico, già trasmesse nel corso dell'estate". Lo afferma in una nota la Conferenza Episcopale Italiana.

Restano invariate dunque le normative fin qui imposte tra cui l'igienizzazione delle mani del sacerdote che distribuisce la Comunione.

Nell'ambito della celebrazione di Cresime l'unzione può essere effettuata utilizzando un batuffolo di cotone o una salvietta per ogni cresimando; la stessa attenzione vale per le unzioni battesimali e per il sacramento dell'Unzione dei malati.

Per quanto concerne la reintroduzione dei cori e dei cantori durante le celebrazioni è obbligatorio il mantenimento di una distanza interpersonale laterale di almeno 1 metro e di una distanza frontale e in fila di almeno 2 metri.

Sempre la nota della CEI ricorda che "durante la celebrazione del matrimonio gli sposi possono non indossare la mascherina; durante lo svolgimento delle funzioni religiose, non sono tenuti all'obbligo del distanziamento interpersonale i componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi/congiunti, parenti con stabile frequentazione; persone, non legate da vincolo di parentela, di affinità o di coniugio, che condividono abitualmente gli stessi luoghi dove svolgono vita sociale in comune".

I Vescovi italiani confermano la loro disponibilità ad una interlocuzione costante con il Governo e il Comitato tecnico-scientifico, per monitorare il quadro epidemiologico e l'evoluzione della pandemia.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus, picco di contagi nella Bat: 142 nuovi casi. Sono 611 in Puglia Coronavirus, picco di contagi nella Bat: 142 nuovi casi. Sono 611 in Puglia Si registrano 13 decessi nella regione
Covid, Minervino Murge piange la prima vittima della seconda ondata Covid, Minervino Murge piange la prima vittima della seconda ondata Salgono a 21 i casi positivi, tamponi in corso
Scuole superiori, da domani didattica a distanza al 75% e ingressi dopo le 9 Scuole superiori, da domani didattica a distanza al 75% e ingressi dopo le 9 L'ordinanza del presidente Emiliano
Riattivato il presidio post Covid di Canosa di Puglia, disponibili 40 posti letto Riattivato il presidio post Covid di Canosa di Puglia, disponibili 40 posti letto Dedicati alla gestione dei pazienti Covid in dimissione dall'ospedale di Bisceglie
Coronavirus, 424 nuovi casi in Puglia. Nella Bat 42 e un decesso Coronavirus, 424 nuovi casi in Puglia. Nella Bat 42 e un decesso Si registrano 10 decessi nella regione
Coronavirus, 90 nuovi casi e un decesso nella Bat in un giorno Coronavirus, 90 nuovi casi e un decesso nella Bat in un giorno La Puglia registra 515 nuovi casi positivi e 7 decessi
Emergenza Covid, stop a feste e cerimonie. Chiuse palestre, cinema e teatri Emergenza Covid, stop a feste e cerimonie. Chiuse palestre, cinema e teatri Firmato il nuovo Dpcm del Presidente del Consiglio Conte
Covid, scendono da 27 a 19 gli attualmente positivi a Minervino. "In attesa di altri tamponi" Covid, scendono da 27 a 19 gli attualmente positivi a Minervino. "In attesa di altri tamponi" La sindaca Mancini: "Focolai famigliari relativi al "Pietrocola"
© 2001-2020 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.