Sport
Sport
Attualità

Nella Bat 82 società sportive chiedono contributi a fondo perduto per lo sport

La Regione ha stanziato 3 milioni di euro per l'avviso pubblico "PugliaSport2020"

Sono in tutto 931 le domande di contributo a fondo perduto presentate dalle associazioni e società sportive dilettantistiche, entro lunedì 13 luglio scorso, termine fissato dall'avviso pubblico "PugliaSport2020".

«Sappiamo che la dotazione di 3 milioni di euro che abbiamo messo in campo, per sostenere il movimento sportivo pugliese colpito dall'emergenza sanitaria COVID-19, sarà sufficiente a mitigare le difficoltà e a rimettere in pista migliaia di appassionati che realizzano il connubio positivo tra pratica sportiva, attività fisico‐motoria, salute e benessere psico-fisico», ha detto l'assessore regionale allo Sport per Tutti, Raffaele Piemontese, anticipando che il numero delle istanze e la dotazione di risorse consentono di riconoscere il contributo di 1.500 euro a tutti i soggetti della seconda tipologia prevista nel bando, a patto, naturalmente, che superino le verifiche documentali e valutative.

La seconda tipologia riguarda le ASD e SSD che svolgono la propria attività presso strutture o impianti sportivi che sono di loro proprietà o sono di proprietà di un soggetto diverso in base a un contratto di affitto regolarmente registrato o a una convenzione da cui si deduca la spesa per l'utilizzo dell'immobile. Di queste sono arrivate 600 domande: 177 dalla provincia di Bari, 56 dalla BAT, 68 dalla provincia di Brindisi, 91 dalla provincia di Foggia, 114 dalla provincia di Lecce e 94 dalla provincia di Taranto.

La prima tipologia di beneficiari riguarda le ASD e SSD che svolgono la propria attività presso strutture o impianti sportivi di proprietà di un soggetto diverso dal richiedente sulla base di un contratto di comodato d'uso gratuito. Delle 331 domande arrivate da questa tipologia di beneficiari, per cui è previsto un contributo economico di 500 euro senza attribuzione di punteggi di sorta, 93 sono della provincia di Bari, 26 della provincia di Barletta-Andria-Trani, 35 della provincia di Brindisi, 58 della provincia di Foggia, 87 della provincia di Lecce e 32 della provincia di Taranto.

​Il dirigente della Sezione Amministrazione Finanza e Controllo per la Sanità e lo Sport, Benny Pacifico, ha avviato il lavoro della Commissione che procederà all'istruttoria e valutazione delle istanze pervenute entro 30 giorni. L'elenco delle domande sarà pubblicato sul sito istituzionale regione.puglia.it e sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.
  • sport
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
Fotovoltaico, Di Bari: «Regione individui nuove aree non idonee per vincoli paesaggistici» Fotovoltaico, Di Bari: «Regione individui nuove aree non idonee per vincoli paesaggistici» La capogruppo M5S chiede la modifica del Regolamento regionale 24/2010
Nomina Rosa Barone al Welfare, le opposizioni: "Gioco di potere" Nomina Rosa Barone al Welfare, le opposizioni: "Gioco di potere" Le reazioni alla nomina della consigliera pentastellata all'Assessorato regionale
Regione, il M5S entra in giunta: Rosa Barone assessore al welfare Regione, il M5S entra in giunta: Rosa Barone assessore al welfare Il presidente Emiliano ha firmato la nomina
Rifiuti radioattivi in Puglia, presto nominata Cabina di Regia regionale Rifiuti radioattivi in Puglia, presto nominata Cabina di Regia regionale Il no unanime del Consiglio regionale
Pubblicato l'avviso per il progetto "Sport nei parchi" Pubblicato l'avviso per il progetto "Sport nei parchi" Tricarico: «Il comune non perda questa opportunità»
Rigenerazione Area Interna Alta Murgia, quasi 7mila euro per Minervino, Spinazzola e Poggiorsini Rigenerazione Area Interna Alta Murgia, quasi 7mila euro per Minervino, Spinazzola e Poggiorsini La Regione approva la Strategia di sviluppo locale proposta dai Comuni
Custodiamo la Cultura, contributi per operatori dello spettacolo dal vivo Custodiamo la Cultura, contributi per operatori dello spettacolo dal vivo Bray: «Bando da oltre 2 milioni per tutelare imprese e lavoro»
Scuola in Puglia, il Tar ha deciso. Si continua con la DaD a richiesta Scuola in Puglia, il Tar ha deciso. Si continua con la DaD a richiesta Emiliano: «Molto soddisfatto, l'ordinanza contempera il diritto allo studio con il diritto alla salute»
© 2001-2021 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.