integrazione
integrazione
Enti locali

Immigrazione e integrazione: tre incontri per creare rete e fare chiarezza sulle nuove norme dell’accoglienza

Il ciclo di seminari è promosso dallo Sportello per l'Integrazione Socio- Sanitaria e Culturale degli Immigrati dell’Ambito Territoriale Sociale

Si intitola "Orientarsi all'incontro" il ciclo di seminari promosso dallo Sportello per l'Integrazione Socio- Sanitaria e Culturale degli Immigrati dell'Ambito Territoriale Sociale di Canosa di Puglia, Minervino Murge e Spinazzola. Tre incontri destinati ai dipendenti dei Comuni, del Distretto Socio Sanitario, ma anche ai docenti degli istituti scolastici del territorio e ai rappresentanti delle organizzazioni del Terzo Settore che puntano a potenziare i servizi pubblici rivolti ai cittadini immigrati (amministrativi, informativi, di accoglienza, di assistenza sociale e sanitaria, di inserimento lavorativo) e contribuire a rafforzare la governance a livello di Ambito territoriale sociale.

Il percorso formativo di aggiornamento, che si terrà il 13, 20 e 27 settembre 2019 nella sala del Distretto in via Bovio, 81 a Canosa di Puglia, ha quindi tra gli obiettivi specifici quello di aggiornare e formare il personale delle pubbliche amministrazioni e della rete del Terzo Settore che opera sul territorio dell'Ambito territoriale. In particolare, il primo dei tre moduli, consentirà di acquisire competenze sulla "Nozione di straniero" e sui vari aspetti giuridici che regolano il diritto all'asilo e lo status di rifugiato, i visti d'ingresso e i permessi di soggiorno, le regole per i cittadini dell'Unione Europea e la domanda di protezione internazionale.

Ai docenti del corso, la mediatrice culturale Gaetana Marino e l'avvocato Savio Tatoli, spetterà il compito di approfondire temi come "Lo Spazio Schengen", i minori stranieri non accompagnati e le funzioni degli Sprar analizzando anche le cause di esclusione, cessazione, diniego e revoca disposte dalle autorità competenti.

"È un'occasione importante – ha commentato il Presidente del Coordinamento Istituzionale dell'Ambito Territoriale Sociale, Roberto Morra – per sviluppare reti di apprendimento e creare sinergie interistituzionali finalizzate all'inclusione delle misure di integrazione nelle politiche, ma soprattutto un momento di confronto e crescita in cui fugare i dubbi rispetto alle ultime novità in materia legislativa sull'argomento".
  • integrazione
Altri contenuti a tema
Dalla Caritas Diocesana laboratori creativi per immigrati Dalla Caritas Diocesana laboratori creativi per immigrati “Liberi di partire, liberi di restare”, azioni di integrazione dei migranti
Sventò furto in supermercato, Despar lo assume Sventò furto in supermercato, Despar lo assume Contratto per un giovane nigeriano, giunto in Italia su un gommone
© 2001-2020 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.