Castello del Garagnone
Castello del Garagnone
Turismo

Il Parco avvia la procedura per acquistare il Castello del Garagnone

Si punta alla valorizzazione del sito

Con la Delibera presidenziale n. 32/2021 emanata dal Parco Nazionale dell'Alta Murgia prende avvio la procedura di acquisto del Castello del Garagnone, attraverso l'esercizio del diritto di riscatto. È un fondamentale passo avanti verso una migliore tutela e fruizione del bene, un forte elemento di attrazione situato in zona A (area di riserva integrale) dell'area protetta.

Il Castello del Garagnone, noto anche come Rocca invisibile, è parte di una prestigiosa triade di monumenti che comprende Castel del Monte e il Castello di Gravina, tutti e tre situati nel Parco e voluti dall'imperatore svevo Federico II. Edificato in età normanna durante il regno degli Altavilla, fu ricostruito a scopo difensivo nel 1220. Del maniero ne restano oggi le affascinanti rovine che si ergono in collina sul costone murgiano, fonte di interesse per numerosi visitatori.
«L'obiettivo – dichiara Francesco Tarantini, presidente PNAM – è mettere a sistema tutti gli attrattori del Parco, di cui il Castello del Garagnone è parte integrante. Il suo acquisto da parte dell'ente rientra in un percorso di recupero e valorizzazione del patrimonio ambientale, paesaggistico e storico-culturale dell'Alta Murgia. Acquisirlo consentirà di valorizzarlo singolarmente ma anche di migliorare l'offerta turistica del Parco, creando un percorso ad hoc che includa tutti i siti ricadenti in agro di Spinazzola, tra cui le Miniere di Bauxite, il bosco di Acquatetta e l'inghiottitoio di Cavone.»
  • parco nazionale alta murgia
Altri contenuti a tema
Parco dell'Alta Murgia patrimonio UNESCO, terminata la missione di valutazione Parco dell'Alta Murgia patrimonio UNESCO, terminata la missione di valutazione I commissari dell'organizzazione internazionale hanno visitato alcuni dei siti più suggestivi del territorio
Alberto di Monaco in Puglia, due francobolli commemorativi Alberto di Monaco in Puglia, due francobolli commemorativi Sono stati emessi dal Principato in ricordo della visita di aprile al Castello di Garagnone ed a Terlizzi
Pineta di 150 ettari in fumo Pineta di 150 ettari in fumo Le folate di vento hanno nuovamente alimentato il rogo domato in un primo momento
Incendio in agro minervinese domato nella notte Incendio in agro minervinese domato nella notte Distrutti diversi ettari di terreno
Parco dell'Alta Murgia, una convenzione per il miglioramento e l'efficientamento delle sedi Parco dell'Alta Murgia, una convenzione per il miglioramento e l'efficientamento delle sedi L'obiettivo è una migliore tutela e fruibilità
Rifiuti radioattivi, il Parco dell’Alta Murgia ribadisce il no al deposito Rifiuti radioattivi, il Parco dell’Alta Murgia ribadisce il no al deposito Il Presidente Tarantini in sintonia con il presidente Emiliano e l’assessora all’Ambiente Anna Grazia Maraschio
Parco Alta Murgia, un bando per efficientamento energetico e gestione sostenibile dei rifiuti Parco Alta Murgia, un bando per efficientamento energetico e gestione sostenibile dei rifiuti Approvati sei progetti di riqualificazione con investimenti di oltre 3 milioni
Tutela della biodiversità, il Parco dell’Alta Murgia tra i più virtuosi d’Italia Tutela della biodiversità, il Parco dell’Alta Murgia tra i più virtuosi d’Italia Riconoscimento del Ministero della Transizione Ecologica per le strategie di salvaguardia degli impollinatori e un’app per censirle
© 2001-2022 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.