Mariuccia Roccotelli. <span>Foto Spazio Tadini</span>
Mariuccia Roccotelli. Foto Spazio Tadini
Eventi e cultura

"Col fiato sospeso", l'arte della minervinese Mariuccia Roccotelli in mostra a Milano

Dal 9 ottobre l'esposizione alla Casa Museo Spazio Tadini

Sarà l'arte dell'artista di Minervino Murge Mariuccia Roccotelli ad inaugurare la ripresa delle esposizioni di arte contemporanea alla Casa Museo Spazio Tadini di Milano.

Dal 9 ottobre all'11 novembre l'artista esporrà infatti la sua collezione di "Col fiato sospeso", opere realizzate durante la pandemia che descrivono un'attenzione nuova verso il rapporto Uomo- Natura. L'inaugurazione il 9 ottobre alle 18.30 fino alle ore 20 con ingresso contingentato secondo le norme vigenti.

Nata nella nostra città, Mariuccia Roccotelli si è trasferita a Milano per diplomarsi in Scenografia all'Accademia di Belle Arti di Brera, è stata allieva di importanti maestri quali: Rodolfo Aricò, Giovanni Maria Accame, Tommaso Trini.

Il trasferimento a Milano coincide con l'avvio della sua attività pittorica, contemporaneamente negli anni 90 collabora a lungo come scenografa per la produzione televisiva del Gruppo RAI: "Topo Gigio" e per altre produzioni Mediaset, a cavallo del nuovo millennio inizia la sua collaborazione con la scuola pubblica che la vede impegnata presso le sedi internazionali di Asmara in Eritrea, di Addis Abeba in Etiopia e negli anni più recenti presso il Carcere Minorile di Milano.

Non solo tele, lavorate con tecnica mista, alcune delle quali invitano anche lo spettatore ad intervenire su applicazioni e tagli, ma anche trittici e ceramiche compongono l'esposizione che riflette la competenza e passione per la scenografia dell'artista Roccotelli.

Nel catalogo della mostra, Melina Scalise scrive: "Il mondo di Mariuccia Roccotelli è onirico, dipinge visioni interiori, elaborazioni di ciò che sta "fuori" mettendo in relazione cose ben precise: il paesaggio umano, antropico, rappresentato dalle case e quello naturale con un filo conduttore ricorrente che è la figura femminile, il tutto, seguendo un movimento ondulatorio quasi vorticoso, visibile anche nelle pennellate, tanto da dedicare a questo movimento una serie di opere intitolata Vortici. Nei suoi quadri tutti questi elementi si compenetrano e in ogni suo dipinto la Natura è nell'Uomo e l'Uomo è nella Natura. I suoi lavori spesso sono il risultato di un insieme: è come se ci dicesse che non importa quanti siano i singoli individui che guardano il mondo, quante siano le finestre che si aprono là "fuori", perché è l'insieme che conta, o meglio, il tenere insieme questi frammenti, queste distanze, queste differenze".
  • Mariuccia Roccotelli
© 2001-2021 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.