coldiretti puglia
coldiretti puglia
Territorio

Obesity day, Coldiretti: "Meno bimbi obesi con educazione alimentare

In Puglia ancora 35,1% ha un peso eccessivo

La salute vien mangiando, è proprio il caso di dirlo, e si conquista e conserva a tavola imparando sin da bambini le regole di una corretta alimentazione. Un bambino su tre (30,6%) pesa ancora eccessivamente anche se negli ultimi anni si è verificata una riduzione del 13% per effetto dell'impegno sull'educazione alimentare a scuola e nelle case. La scorretta alimentazione è, insieme alla minor attività fisica, una delle cause principali della crescente diffusione di casi di obesità e di sovrappeso che interessano in media un terzo dei ragazzi tra i 6 e gli 11 anni. Si tratta dell'effetto del crescente consumo tra gli adolescenti di cibi grassi e ricchi di zucchero come le bibite gassate, a scapito dei prodotti base della dieta mediterranea. Con il progetto di educazione alla Campagna Amica si fa scoprire il valore socio-culturale e psicopedagogico dell'agricoltura e nasce dall'esigenza di proporre agli allievi delle scuole dell'obbligo, alle famiglie e agli insegnanti una conoscenza diretta dell'agricoltura e del percorso che compie un alimento dai campi alla tavola". E' quanto dice il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, in occasione dell'Obesity day 2017 che si celebra in tutto il mondo il 10 ottobre. Secondo l'indagine 'Okkio alla salute' del 2016, in Puglia il 22,5% dei bambini è in sovrappeso e il 12,6% è obeso, pertanto l'eccesso ponderale riguarda ancora il 35,1% dei bambini.
L'aumento di peso è un importante fattore di rischio per molte malattie, quali quelle cardiocircolatori, il diabete, l'ipertensione, l'infarto e certi tipi di cancro, nei confronti delle quali la dieta mediterranea ha dimostrato scientificamente di essere particolarmente efficace nella prevenzione.
"In Puglia negli ultimi 10 anni sono stati coinvolti – aggiunge il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - nel progetto delle masserie didattiche 90mila bambini e 270 scuole, a cui partecipa attivamente la rete di aziende agricole di Coldiretti Donne Impresa e Campagna Amica. Il nostro obiettivo è 'culturale' e consiste nel tentare di cambiare abitudini di consumo sbagliate che si sono diffuse ovunque, formando consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti. L'effetto nefasto di una cattiva alimentazione non è solo l'obesità – aggiunge – perché numerose sono le malattie causate da una alimentazione scorretta. Ciò dimostra l'importanza prioritaria di formare una vera e propria cultura della 'buona e sana tavola', educazione che deve partire necessariamente dall'età scolare per vivere meglio e più a lungo. I prodotti tradizionali e tipici rispondono all'esigenza di garantire sicurezza alimentare, tutela ambientale e salvaguardia della storia e del patrimonio di tradizioni del territorio".
  • coldiretti puglia
Altri contenuti a tema
Migranti, Coldiretti Puglia: grande risorsa per agricoltura regionale Migranti, Coldiretti Puglia: grande risorsa per agricoltura regionale L'associazione chiede subito riforma Caselli reati agroalimentari
Azzerato l'import di grano canadese per pasta Azzerato l'import di grano canadese per pasta Lo annuncia Coldiretti Puglia: "Si tratta degli effetti del generale riposizionamento dell'industria pastaia"
Olio pugliese in due bottiglie su tre. Storica intesa sottoscritta da associazioni e FAI spa Olio pugliese in due bottiglie su tre. Storica intesa sottoscritta da associazioni e FAI spa Centomila quintali di extravergine pugliese sugli scaffali
Coldiretti su maltempo: a giugno +1015% di pioggia; danni e disagi Coldiretti su maltempo: a giugno +1015% di pioggia; danni e disagi “Tropicalizzazione del clima con temperature più alte della media stagionale e diminuzioni repentine che causano shock termici alle piante"
Annata agraria, Coldiretti: "Primi 6 mesi di annata agraria tra luci e ombre, export in salita e produzioni in calo" Annata agraria, Coldiretti: "Primi 6 mesi di annata agraria tra luci e ombre, export in salita e produzioni in calo" Le cause maggiori da addebitarsi al clima pazzo ed alla xylella
In Puglia come in Lombardia, via libera all'abbattimento dei cinghiali In Puglia come in Lombardia, via libera all'abbattimento dei cinghiali Lo chiede Coldiretti mentre cresce il malessere degli agricoltori
Raccolta ciliegie, Coldiretti: "Ottima qualità ma -25% produzione" Raccolta ciliegie, Coldiretti: "Ottima qualità ma -25% produzione" La produzione di ciliegie risulta concentrata nella provincia di Bari che da sola rappresenta il 96,4% della produzione totale regionale
Xylella, Coldiretti Puglia: adesso Bruxelles passa dalle parole ai fatti contro l’Italia Xylella, Coldiretti Puglia: adesso Bruxelles passa dalle parole ai fatti contro l’Italia Ormai i dati parlano di 1 miliardo di euro di danni e 10 milioni di piante infette stimate e il diffondersi veloce della malattia
© 2001-2018 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.