centro storico mine. <span>Foto Savio Scarpa</span>
centro storico mine. Foto Savio Scarpa
Turismo

"Minervino e il suo borgo", una visita guidata per conoscere il patrimonio

L'attività di Dromos.it e Visit Minervino

Ripartono le attività della Cooperativa "Dromos.it" e dell'Organizzazione culturale "Visit Minervino" all'insegna della valorizzazione del patrimonio culturale e della crescita sociale.

Il primo appuntamento "Minervino e il suo borgo" è previsto per sabato 23 e domenica 24, itinerario guidato attraverso il magico intreccio di vicoli e rampe, strette e tortuose, per scoprire gli angoli più caratteristici e suggestivi di Minervino.

Nell'itinerario è prevista la visita alla Grotta di San Michele Arcangelo, in cui sono raccolti e custoditi i segni della natura, della storia e della fede del luogo, la visita alla Chiesa della Madonna della Croce, situata poco distante dal centro abitato e consacrata nel 1628, e al Santuario della Madonna del Sabato, in cui è custodito un affresco su tufo della Vergine con il Bambino.

Dopo la pausa pranzo, passeggiata nella villa comunale dove è possibile ammirare il Faro, monumento eretto nel 1932 e realizzato interamente in pietra dura di Minervino.
L'itinerario prosegue con la visita del centro storico denominato "Scesciola" caratterizzato da un labirinto di viuzze strette e tortuose dall'andamento irregolare. Al suo interno la piccola chiesa dedicata alla Madonna di Costantinopoli.

A seguire la Chiesa matrice, sede vescovile fino al 1818, dedicata alla Vergine Assunta. Costruita tra il 1500 e 1600 secondo lo stile romanico pugliese. Di particolare interesse al suo interno è il "Crocifisso nero", ritenuto miracoloso dai minervinesi.

Proseguendo si arriverà presso il Castello Normanno, oggi sede degli uffici comunali, al suo interno è ospitata la Mostra archeologica "Quando l'Ofanto era color dell'ambra", vi sono conservati ed esposti preziosi ed esclusivi reperti provenienti dagli scavi effettuati in territorio di Minervino.

Ritornando verso P.zza Bovio si incontrerà la Torre dell'Orologio, eretta nel XV secolo su commissione della famiglia Del Balzo-Orsini sulla piazza che anticamente ospitava il Sedile di Minervino.

L'appuntamento quindi è per sabato 23 e domenica 24 marzo alle ore 10:00; il costo dell'evento è di euro 10,00 a persona, gratis i minori di 10 anni. La prenotazione è obbligatoria entro venerdì 22 al numero 3294937627 o mail visitminervino@gmail.com, roberta.chiodo86@gmail.com
    © 2001-2019 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.