cgil cisl e uil
cgil cisl e uil
Scuola e Lavoro

Formatori centri per l'impiego senza stipendio: assemblea in piazza Municipio ad Andria

Il 25 maggio organizzata da Cgil, Cisl e Uil

Formatori dei centri per l'impiego provinciali senza stipendio da gennaio, cinque mesi in attesa del salario ma anche che la vicenda che li vede coinvolti si definisca una volta per tutte. Per queste ragioni Cgil, Cisl e Uil Bat, insieme alle rispettive federazioni di categoria che si occupano del settore della formazione professionale, visto il protrarsi della controversia che rischia di creare uno stato di tensione e disservizi, hanno scritto al Prefetto della Bat, Clara Cerniglia, per chiedere un incontro urgente, insieme al presidente Nicola Giorgino, al fine di definire il contenzioso in essere e fornire certezze rispetto alla garanzia dei diritti maturati.

Per questi lavoratori, una cinquantina quasi, dipendenti di enti di formazione che si occupano di gestire i servizi dei centri per l'impiego provinciale, la situazione è più che mai incerta ma soprattutto si tratta di persone che sono da cinque mesi in attesa di ricevere la corresponsione delle retribuzioni maturate. Dalla Provincia, al momento, non è pervenuta alcuna risposta in merito, se non qualche fugace rassicurazione che non ha trovato riscontro nella realtà. Ciò che preoccupa è anche il fatto che, se le competenze in materia dovessero passare come sembra alla Regione, possano andare persi gli stipendi fino ad ora maturati e non riscossi.

A sostegno di questa vertenza, le organizzazioni sindacali hanno programmato un'assemblea con i lavoratori in piazza Municipio ad Andria per il giorno 25 maggio dalle ore 10.00 alle ore 12.00. "L'obiettivo di questa prima mobilitazione è estendere alla città e ai media lo stato del malessere dei lavoratori e denunciare la grave e irresponsabile inadempienza dell'amministrazione pubblica provinciale verso i diritti del lavoro", spiegano Giuseppe Deleonardis, Giuseppe Boccuzzi e Vincenzo Posa di Cgil Bat, Cisl Bari-Bat e Uil Bari-Bat.
  • CGIL
Altri contenuti a tema
Rotta la trattativa per il rinnovo del contratto in agricoltura, il 15 giugno braccia incrociate Rotta la trattativa per il rinnovo del contratto in agricoltura, il 15 giugno braccia incrociate Manifestazione provinciale davanti alla Prefettura di Cgil, Cisl e Uil
Assistenza a studenti disabili: le educatrici vanno stabilizzate Assistenza a studenti disabili: le educatrici vanno stabilizzate La richiesta alla Bat è della Cgil, il sindacato si dice pronto alla mobilitazione
Primo Maggio, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro nel segno di Giuseppe Di Vittorio Primo Maggio, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro nel segno di Giuseppe Di Vittorio Manifestazione della Cgil Bat ad Andria: in piazza Catuma la storia di “Peppino” raccontata dagli studenti e poi musica fino a sera
Chiusura Punti di primo intervento, dura nota di Cgil Cisl Uil Puglia Chiusura Punti di primo intervento, dura nota di Cgil Cisl Uil Puglia “Decisione affrettata, sbagliata per come attuata, che avrà conseguenze preoccupanti sui cittadini”
I giovani via dalla Puglia perché costretti e non per libera scelta I giovani via dalla Puglia perché costretti e non per libera scelta Salari bassi anche per figure specializzate, servizi per il diritto allo studio carenti
Pino Gesmundo nuovo segretario della CGIL Puglia Pino Gesmundo nuovo segretario della CGIL Puglia Eletto alla presenza della segretaria nazionale Camusso. Succede a Gianni Forte
Strage Mediterraneo, interviene la segreteria provinciale Cgil Strage Mediterraneo, interviene la segreteria provinciale Cgil Gigi Antonucci: "Ci mobiliteremo"
Jobs Act, appuntamento CGIL nella Bat Jobs Act, appuntamento CGIL nella Bat Si terrà mercoledì 4 marzo al Museo Diocesano di Trani dalle 17,30
© 2001-2018 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.