Carola Rackete
Carola Rackete
Attualità

Caso Sea Watch, flash mob del Coordinamento per i diritti della Bat: «Siamo con Carola e i migranti»

Giovedì 4 luglio manifestazione davanti alla Cattedrale di Trani

Il Coordinamento per i diritti umani della Bat per esprimere solidarietà e vicinanza ai migranti e all'equipaggio della nave Sea Watch, oltre che alla sua capitana Carola, ha organizzato un flash mob giovedì 4 luglio a partire dalle ore 19:00, davanti alla Cattedrale di Trani.

«Per due settimane la Sea Watch 3 è stata al largo dell'isola di Lampedusa nonostante le condizioni critiche dei passeggeri che rendevano urgenti le misure di soccorso e assistenza. Allo sbarco la sua comandante Carola Rackete è stata arrestata per violazione dell'articolo 1100 del codice della navigazione: resistenza o violenza contro nave da guerra. E ora rischia una condanna da 3 a dieci anni, stando a quanto riportano le agenzie di stampa. Noi del Coordinamento non possiamo restare in silenzio di fronte ad una simile vicenda e per questo abbiamo deciso di manifestare tutto il nostro disappunto» hanno spiegato i rappresentanti di Cgil Bat, Cisl Bari-Bat, Uil Bari-Bat, Anpi Bat, Arci Barletta "C. Cafiero", consulta giuridica Cgil Bat, Mga - Sindacato nazionale forense, Libera Andria presidio "R. Fonte", Arcigay Bat, Anolf Bari-Bat, Libera Trani, Comitato Bene Comune Trani, Ambulatorio Popolare, Confraternita Misericordia Barletta, Confraternita Misericordia Andria, Oasi 2 Trani, Arci Hastarci Trani, Home & Homme Onlus Barletta, Igino Giordani Barletta, Terre Solidali Trani-Bisceglie, Etnie Trani-Bisceglie, Caritas Diocesana di Trani-Barletta-Bisceglie.

La manifestazione, se Carola non sarà liberata, è finalizzata ad accendere i riflettori sulla necessità che siano al più presto modificate le politiche migratorie del Paese, in particolare richiamando l'attenzione dell'opinione pubblica sul fatto che non è possibile punire chi tenta di salvare vite umane strappandole alla morte.
  • migranti
Altri contenuti a tema
Migranti, in parlamento passa la proposta Gemmato Migranti, in parlamento passa la proposta Gemmato Un migrante non deve costare allo Stato più dell'assegno sociale
© 2001-2019 MinervinoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MinervinoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.